Home
Chi siamo
Pellegrinaggi di carità
Adozioni a distanza
5 per mille
Vangelo del giorno
Messaggio del 25 del mese
Come accogliere il messaggio(p.Slavko)
Messaggio a Mirjana
Omelia di p. Marinko
Video storico del 1983
Medjugorie: foto
Enfants de Medjugorje
Incontri di preghiera
Alberto Bonifacio: testimonianze
Quattro raccolte di meditazioni
Apparizioni mariane
Papa Francesco
Encicliche
 
Furgoni_incolonnati_alla_dogana_di_Kamenskopiccola
 

              PELLEGRINAGGI DI CARITA':  

Dicembre 2019.

* Dal 4 al 9.12.2019. Alberto e Paolo con altri 35 volontari alla guida di 16 furgoni. Tre furgoni sono i nostri che partono da Lecco. Quattro sono del Gruppo Medjugorje-Teo di Gorlago (BG) con Gianni e amici; Paolo del Gruppo Regina Pacis di Bolzano assieme al furgone di Giorgio di Conegliano (TV) e quello di Claudio di Nova Milanese; due furgoni del Trentino con Renata e Silvano; altri due della “Gioventù missionaria” di Padova; il furgone della Caritas di Finale Emilia (MO) con Massimo e quello di Giuseppina della Caritas di Tortona (AL) con Antonio.

Tutto nella norma il viaggio del primo giorno e poco dopo le 20,30 arriviamo a Kosute, presso Trilj, accolti con fraterno calore da Suor Zorka. Abbiamo fatto 862 km. Più tardi arrivano i furgoni bergamaschi che a Rijeka hanno preso subito l’autostrada ma poi hanno sbagliato.

* Giovedì 5.12.2019. Lasciamo un po’ di aiuti e alle 8 partiamo col sole ma una temperatura rigida: - 7° ! Alle 9,30 siamo alla Dogana di Bijaca. Dopo due ore e mezza di attesa e pochi controlli possiamo ripartire. E’ mezzogiorno e mezz’ora dopo siamo a Medjugorje. Invece i tre furgoni con Paolo di Laives (BZ) partono dalla dogana per raggiungere Sarajevo dove scaricheranno all’Associazione “Sprofondo” e al “Pane di Sant’Antonio”, nonché diversi letti ortopedici per un nuovo pensionato per frati francescani anziani. Noi a Medjugorje nel pomeriggio cominciamo a lasciare un po’ di aiuti in alcune Comunità: Majka Krispina, Campo della Gioia, Regina Pacis… Renata porta aiuti alla Comunità della Famiglia ferita di Suor Kornelija e può constatare che, grazie agli aiuti ricevuti, Suor Kornelija ha potuto in gran parte riparare i gravi danni dell’incendio subito nel grande salone. Giuseppina scarica nei due campi di Tasovcici presso Capljina e di Dubrava presso Grude, dove i profughi che in tutti questi anni non sono riusciti a trovare una sistemazione migliore, vivono ancora nei containers. I due furgoni di Padova scaricano in una struttura dove a fine anno i ragazzi della “Gioventù missionaria” confezioneranno i pacchi che porteranno a tanti profughi e ad altri poveri. Alle 17 partecipiamo al programma di preghiera serale in chiesa, che si conclude con l’ora di Adorazione eucaristica fino alle 20.

* Venerdì 6.12.2019. Gianni con i quattro furgoni di Gorlago raggiungono il centro Bosnia per portare aiuti a Gromiljak presso la Casa Annunciazione delle Suore Ancelle di Gesù Bambino, al Monastero delle Clarisse a Brestovsko, al grande Ospedale psichiatrico di Fojnica/Drin, salgono a Vares nella Piccola Scuola di Suor Snjezana che accoglie più di 30 ragazzi senza famiglia e a Vogosca, sobborgo di Sarajevo, al Seminario internazionale di Don Michele Capasso, dove hanno la soddisfazione di vedere in funzione nella chiesa l’impianto di riscaldamento portato da loro. Noi con sei furgoni alle 8 siamo al monumento poco prima di Mostar dove ci raggiunge Djenita. Insieme saliamo le falde del monte Velez entrando nella Repubblica Serba di Bosnia per raggiungere dopo 40 km. la città di Nevesinje. Sono già molti i poveri che ci aspettano davanti alla Croce Rossa e cominciamo subito a consegnare i 415 pacchi famiglia confezionati dai nostri volontari di Pescate e da Mirella e amici di Finale Emilia. Anche questa volta consegniamo alla Croce Rossa le medicine per molti malati poveri che non hanno la possibilità di comprare, visto che in Bosnia non c’è l’assistenza sanitaria gratuita come da noi e tutto si deve pagare: medico, medicine, ospedale, pannoloni, ecc. Abbiamo dovuto affrontare una grossa spesa. Alle 10,30 puntiamo verso est e dopo 15 km. giungiamo nel villaggio di Postoljani dove scarichiamo per i poveri di questi villaggi sperduti che sono rientrati e rimesso un po’ in piedi le loro casette. Poco dopo le 13 scendiamo a Mostar dove lasciamo aiuti al Centro SOS-Kinderdorf per le tante famiglie e bambini che assistono, alla Sacra Famiglia a Casa Nazareth dove salutiamo e preghiamo per questi disabili gravi e infine alla Cucina popolare di est. Salutata Djenita e famiglia, tornando a Medjugorje, facciamo una visita al Monastero ortodosso di Zitomislici e preghiamo per l’unità dei cristiani. Alle 17 siamo in chiesa per i Rosari, la S. Messa e l’ora di Venerazione alla santa Croce.

* Sabato 7.12.2019. E’ piovuto e alle 8 saliamo in preghiera la Collina delle Apparizioni con qualche difficoltà, perché le rocce bagnate sono scivolose e c’è pantano. Siamo quasi da soli, con calma e ricordo ai nuovi quanto è avvenuto in questi luoghi. Passo poi dal cimitero per salutare Padre Slavko e alle 11 la S. Messa degli italiani in chiesa. Nel pomeriggio con alcuni furgoni ci portiamo a Ljubuski nel Pensionato di Suor Paolina e lasciare aiuti per le sue 50 nonnine. Alle 17 in chiesa per il programma serale e, dopo cena, l’ora di Adorazione eucaristica.

* Domenica 8.12.2019. E’ la bella solennità della Immacolata Concezione della beata Vergine Maria! Per me è anche un anniversario, perché venni qui la prima volta in questa data 36 anni or sono. Alle 9 partecipiamo alla S. Messa degli italiani che riempiono il salone giallo. E’ presieduta eccezionalmente dall’Arcivescovo Mons. Henryk Hoser, visitatore apostolico. Subito dopo, Paolo con gran parte del nostro gruppo sale in preghiera sul Krizevac, mentre io con altri porto qualche aiuto alle ragazze di Suor Elvira e poi proseguiamo fino a Surmanci per pregare la Coroncina davanti all’icona miracolosa di Gesù Misericordioso che troneggia nel presbiterio. Vengono con noi anche Emilio e Lorenzo che sono qui con un pulmino perché domani porteranno in Italia per un controllo all’ospedale Gaslini di Genova i due bambini recentemente operati ai piedi assieme alla loro mamma e a Djenita come interprete. Arriva la notizia che al furgone di Antonio, partito stamane per rientrare al lavoro, sono scoppiate due gomme sull’autostrada croata. Grazie a Dio nessuno si è fatto male. Grazie all’interessamento di Suor Zorka, è intervenuto da Sibenik un carro attrezzi e dopo varie ore tutto si è risolto. Stamane è serenamente morto Pero Ivankovic, fratello del papà della veggente Vicka, capo di questa bella famiglia che mi ha accolto nei primissimi anni dei miei pellegrinaggi qui. Corro per fare le condoglianze alla cara Josipa e ai 6 figli e per pregare davanti al feretro. Quanti ricordi! Nei loro volti vedo una profonda serenità che solo una grande fede puo’ dare. Portiamo poi i documenti degli scarichi al Villaggio della Madre (Majcino Selo) lasciando un bel po’ di aiuti per i bambini e ragazzi senza famiglia e per la Comunità del “Padre misericordioso” (ex tossici…) che sono qui.

* Lunedì 9.12.2019. Alle 6 partecipiamo alla S. Messa dell’aurora. E’ la Messa speciale di tutti i giorni feriali dell’Avvento, con la chiesa strapiena di fedeli locali. Iniziamo poi la galoppata di 1.000 km. per tornare a casa, con una sosta sotto Verona dove degli amici di Campitello (MN) ci portano 9 quintali di aiuti, soprattutto viveri. Li porteremo il 27 dicembre. Grazie di cuore! Tra un Rosario e l’altro, riecheggiano in noi alcune parole che la Regina della Pace, Maria Immacolata, ha detto a Mirjana il 2 dicembre: “Figli miei, apostoli del mio amore, vivere e lavorare per gli altri, per tutti quelli che amate per mezzo di mio Figlio, è la gioia e la consolazione della vita terrena….. Desidero che sentiate il mio amore materno che vi guida a Gesu’”. Grazie Maria! La tua Immacolata Concezione ci illumini e il tuo amore ci dia la forza di continuare.

*******

PROSSIME PARTENZE: 27/12 – 12/2/2020 – 11/3 – 22/4 – 12/5 – 10/6 – 15/7 – 30/7 -2/9 -13/10 – 11/11 – 4/12 – 29/12

 

 

 

A.R.PA. Associazione Regina della Pace onlus - Via S. Alessandro, n. 26 - 23855 Pescate (LC)

Telefono /Fax 0341/368487 - Codice fiscale   92043400131


 

Site Map