Home
Chi siamo
Pellegrinaggi di carità
Adozioni a distanza
5 per mille
Vangelo del giorno
Messaggio del 25 del mese
Come accogliere il messaggio(p.Slavko)
Messaggio a Mirjana
Omelia di p. Marinko
Video storico del 1983
Medjugorie: foto
Enfants de Medjugorje
Incontri di preghiera
Alberto Bonifacio: testimonianze
Quattro raccolte di meditazioni
Apparizioni mariane
Papa Francesco
Encicliche
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

             

© Enfants de Medjugorje 2019

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare l’origine "Enfants de Medjugorje" assieme al nostro sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

 

Les Enfants de Medjugorje 2019

Medjugorje, 7 ottobre 2019

La Madonna del Rosario

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

1. Il 2 ottobre 2019, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, circondata da una grandissima folla di pellegrini. Dopo l'apparizione, ha trasmesso il seguente messaggio:

"Cari figli, la volontà e l'amore del Padre Celeste fanno sì che io sia qui in mezzo a voi, per aiutare con materno amore la crescita della fede nel vostro cuore, in modo che possiate davvero capire lo scopo della vita terrena e la grandezza di quella celeste. Figli miei, la vita terrena è la via verso l'eternità, verso la verità e la vita: verso mio Figlio. Per quella via voglio condurvi. Voi, figli miei, voi che avete sempre sete di maggior amore, verità e fede, sappiate che solo una è la fonte da cui potete bere: la fiducia nel Padre Celeste, la fiducia nel suo amore. Abbandonatevi completamente alla sua volontà e non temete: tutto ciò che è il meglio per voi, tutto quello che vi porta alla vita eterna, vi sarà dato! Comprenderete che lo scopo della vita non è sempre volere e prendere, ma amare e dare; avrete la vera pace ed il vero amore, sarete apostoli dell'amore. Col vostro esempio, farete sì che quei miei figli che non conoscono mio Figlio ed il suo amore vogliano conoscerlo. Figli miei, apostoli del mio amore, adorate mio Figlio insieme a me, ed amatelo al di sopra di tutto. Cercate sempre di vivere nella sua verità. Vi ringrazio!"

2. Diventiamo ciò che contempliamo!

Perché nelle radio cristiane, la preghiera del Rosario è la trasmissione più ascoltata?Perché nelle hit-parade delle vendite di CD, il Rosario è il best-seller?

Perché il grande taumaturgo Padre Pio aveva sempre il Rosario in mano?

Perché il Rosario pregato da Madre Teresa di Calcutta le apriva tutte le porte?

Perché la Donna che schiaccia la testa al serpente raccomanda tanto di pregare il Rosario?

Perché il Rosario era la preghiera preferita da san Giovanni Paolo II?

Perché Satana trema al solo nome di Maria e quando si prega il Rosario?

Perché il Rosario è la preghiera dei Tempi Nuovi?

Ma certo! Perché il Rosario è la preghiera pregata dalla stessa Maria! Lo ha detto Lei a Medjugorje: "Cari figli, quando ero sulla terra, pregavo costantemente il Rosario". Come faceva a pregarlo se ai suoi tempi il Rosario non esisteva ancora? Lei stessa ci ha rivelato il segreto: "Quando ero sulla terra, avevo gli occhi del cuore costantemente fissi sulla vita di Gesù, mio Figlio, e questo è il Rosario!" (Messaggio a Jelena Vasilj, per il gruppo di preghiera).

Questo ci apre gli orizzonti della contemplazione e dei suoi frutti. Più approfondiamo con amore la vita di Gesù rivelata nel Vangelo (ma svelata anche nella vita dei santi), più assorbiamo quello che Gesù è e quello che Gesù ha. Contemplando continuamente Gesù, cresciamo nella somiglianza con Lui, così come cresceva anche Maria, giorno dopo giorno. Sì, nel Rosario, diventiamo ciò che contempliamo! Ogni Rosario recitato col cuore aumenta la nostra somiglianza con Gesù. E se, con Maria, contempliamo Gesù nei Misteri della sua vita, arricchiamo il nostro cuore e la nostra anima in maniera tale che il nemico fugge. Il semplice nome di Maria è una tortura insopportabile per Satana, poiché è lei, Maria, incaricata da Dio per schiacciargli la testa. Lei e la sua discendenza, cioè noi, se siamo con lei. "Il peccato regnerà", ci ha detto, "ma se siete miei, vincerete!" (Messaggio del 25 luglio 2019).

Come l'anno scorso, Papa Francesco ha invitato tutti i fedeli a recitare il Rosario ogni giorno del mese di ottobre, e a terminarlo con la preghiera a san Michele Arcangelo, seguito dalla tradizionale invocazione a Maria, SubTuum Praesidium, per proteggere la Chiesa dal demonio, in questi tempi di crisi. (Vedi PS1)

3. Ricordi di famiglia. Durante la seconda guerra mondiale, mio padre fu arrestato dalla Gestapo per le sue attività nella Resistenza. Rimase tre anni prigioniero nel campo di concentramento in Germania insieme a tutta la sua cellula di partigiani, dieci uomini in tutto. Da grande innamorato della Madonna quale era, pregava molto il Rosario. Sua madre, della quale era figlio unico, non sapeva niente di lui, ma, fidandosi di Maria, continuava a credere nel suo ritorno, sgranando Rosario su Rosario.

Un giorno in cui mio padre era più stanco ed affamato del solito, come del resto tutti i suoi compagni di prigionia, le SS di turno ordinarono ai prigionieri di trasportare delle pietre di una cava verso il luogo dove prevedevano di costruire un immobile. Ogni prigioniero ricevette una pietra da trasportare. Quando mio padre vide la pietra assegnatagli, comprese che la sua ora era suonata, in quanto la pietra era talmente grande e pesante che gli sarebbe stato impossibile sollevarla anche solo di un centimetro. D'altra parte sapeva che se non l'avesse trasportata, i cani lo avrebbero assalito e le SS lo avrebbero finito come un animale. Aveva già visto nel passato scene del genere.

In piedi vicino alla pietra, in preda alla disperazione, alzò gli occhi. Si accorse allora di una semplice casa del villaggio con una piccola nicchia nel muro nella quale si trovava una statuetta della Madonna. Vedendo la statuetta, mio padre gridò fra sé "Maria, salvami!". In quell'istante la pesantissima pietra non pesò più nulla! Mio padre ci diceva: "era diventata leggera come un coriandolo!". Dei dieci uomini della sua cellula di partigiani, fu il solo a tornare vivo (cosa che mi ha permesso di venire al mondo!). Inutile precisare che mio padre non ha mai smesso di pregare il Rosario ogni giorno!

4. Don Gabriele Amorth, presidente emerito degli esorcisti, mancato nel settembre 2016, ha detto: "Il Rosario è probabilmente l'esorcismo più conosciuto al mondo". Nell'introduzione del suo ultimo libro “Il mio Rosario” (edizioni San Paolo), scrive: "Penso che il Rosario sia la preghiera più potente, dopo la Santa Messa e la Liturgia delle Ore". In quest'ultimo libro, scritto a novant'anni, ha deciso di rivelare la fonte della forza interiore: si tratta della preghiera del Rosario e della meditazione quotidiana dei venti misteri. E' questa preghiera che lo ha sostenuto nella sua lotta quotidiana contro il male, durante tutti gli anni trascorsi nella diocesi di Roma.

Il Cardinale Ernesto Simoni. Sotto il regime comunista in Albania, fu condannato più volte a morte, trascorse oltre venti anni in carcere e ai lavori forzati nelle fogne. Al Festival dei Giovani di Medjugorje del 2017, ha detto: "Chiunque recita tre Rosari al giorno riceverà delle grazie inimmaginabili. Amate quindi il Rosario, pregatelo. Vi garantisco che la Vergine Maria, la Regina della Pace, vi riempirà di grazie e, siatene certi, riceverete luce e pace. Tutto quello che domanderete alla Vergine verrà presentato a Gesù e Gesù lo esaudirà. Desidero testimoniarlo, qui e in questi giorni. Non abbiate paura, Lei è con noi e proteggerà sempre il mondo!".

San Giuseppe Cafasso raccontò che un giorno, al mattino molto presto, per le strade di Torino, incontrò una vecchina raccolta in preghiera. Il santo le si fece vicino e le chiese: "Come mai, buona donna, siete qui a quest'ora del mattino?". "Passo per pulire le strade", rispose la vecchina. Sorpreso, il santo domandò: "Cosa intende dire?". "Questa notte era carnevale e sono stati commessi molti peccati, quindi passo pregando il Rosario per purificare le strade da tutti questi peccati".

San Massimiliano Kolbe. Nel diario di questo martire della carità, si legge: "Tanti Rosari tante anime salvate!"

San Luigi-Maria di Monfort, grande apostolo mariano, affermava: "Quando lo Spirito Santo trova l'amore di Maria in un'anima, ci vola!"

5. Amate San Giuseppe? Molti mi domandano se sto scrivendo un nuovo libro. La risposta è No. Il mio ultimo libro è stato precisamente quello sul Rosario. Però, devo ammettere che l'altro giorno, ho fatto un accordo con San Giuseppe, infatti uno dei miei fratelli cercava di vendere la sua casa per andare a vivere in una più piccola. Trovare un alloggio..., non si può dire che San Giuseppe abbia cominciato molto bene questo suo lavoro... la stalla di Betlemme in pieno inverno, non era certo ideale per la nascita di un bambino. Ma da allora, dal Cielo, ha recuperato benissimo! "Se trovi un acquirente per la casa di mio fratello", gli ho detto, "ti prometto di scrivere un libretto su di te, per farti conoscere ed amare di più!". Si è subito intenerito, infatti, poco dopo, si è presentato un acquirente della casa! Adesso però tocca a me fare la mia parte!Per arricchire questo libretto, cerco di raccogliere delle belle testimonianze su san Giuseppe, che ha ed avrà sempre più importanza nella Chiesa e nel mondo. Voi potete aiutarmi in questo! Ricordatevi dei suoi interventi, dei suoi favori ed anche delle caratteristiche della sua personalità che vi hanno colpito! Mi potete trasmettere tutto su gospa.fr@gmail.com GRAZIE!

6. Nel cuore della battaglia, perché la nostra anima sia una cosa sola con quella di Maria...."Il Rosario, un viaggio che ti cambia la vita", con meditazioni sui 30 misteri del Rosario, i 20 classici, più 5 misteri sulla compassione e 5 sulla misericordia. Per conoscere meglio le profondità del Cuore di Cristo, ed arricchirci di nuove luci. (edizioni Lumen Cordium, euro 8,50 – per info: tel. +39 3355600967)

7. Guardate il nuovo video filmato a Medjugorje il 15 agosto 2019 nel boschetto sul nostro canale YouTube : https://www.youtube.com/watch?v=OPj_Q6Evd3E

Carissima Gospa, come potremmo non amarti? Come potremmo vivere lontano da te, che non smetti di dimostrarci il tuo amore immenso? Incommensurabile?

Suor Emmanuel +

Comunità delle Beatitudini

(Tradotto dal francese)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PS1. "San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia, sii nostro sostegno contro la perfidia e le insidie del demonio; che Dio eserciti il suo dominio su di lui, te ne preghiamo supplichevoli; e tu, o Principe della milizia celeste, con la potenza divina, ricaccia nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni che si aggirano per il mondo a perdizione delle anime.

Sub Tuum Praesidium: "Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, Vergine gloriosa e benedetta. Amen".

 

 

 

A.R.PA. Associazione Regina della Pace onlus - Via S. Alessandro, n. 26 - 23855 Pescate (LC)

Telefono /Fax 0341/368487 - Codice fiscale   92043400131


 

Site Map