Home
Chi siamo
Pellegrinaggi di carità
Adozioni a distanza
5 per mille
Vangelo del giorno
Messaggio del 25 del mese
Come accogliere il messaggio(p.Slavko)
Messaggio a Mirjana
Omelia di p. Marinko
Video storico del 1983
Medjugorie: foto
Enfants de Medjugorje
Incontri di preghiera
Alberto Bonifacio: testimonianze
Quattro raccolte di meditazioni
Apparizioni mariane
Papa Francesco
Encicliche
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

             

© Enfants de Medjugorje 2019

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare l’origine "Enfants de Medjugorje" assieme al nostro sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

 

Les Enfants de Medjugorje 2020


 

Medjugorje, 24 giugno 2020
Festa di San Giovanni Battista

Miei cari amici, siano lodati Gesù e Maria!

1. Il 25 maggio 2020, la veggente Marija Pavlovic ha ricevuto il messaggio mensile, eccolo:

"Cari figli! Pregate con Me per la vita nuova di tutti voi. Figlioli, nei vostri cuori sapete cosa deve cambiare: ritornate a Dio ed ai Suoi Comandamenti affinché lo Spirito Santo possa cambiare le vostre vite ed il volto di questa terra, che ha bisogno del rinnovamento nello Spirito. Figlioli, siate preghiera per tutti coloro che non pregano, siate gioia per tutti coloro che non vedono una via d'uscita, siate portatori della luce nelle tenebre di questo tempo inquieto. Pregate e chiedete l'aiuto e la protezione dei santi affinché anche voi possiate bramare il cielo e le realtà celesti. Io sono con voi e vi proteggo e vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

2. Per la Festa del Corpus Domini, è stata una grande gioia poter seguire Gesù-Eucarestia in una Medjugorje non più vuota! Molti croati sono venuti a partecipare a questa processione, e questo ci ha messo sollievo nel cuore! https://www.youtube.com/watch?v=7b_Z-vwqKyE&feature=youtu.be

3. E' arrivato il 39esimo Anniversario delle apparizioni! I veggenti Marija e Ivan sono arrivati malgrado gli ostacoli. Ce l'hanno fatta! Poiché le frontiere della Bosnia/Erzegovina riapriranno agli stranieri solo il 1 luglio, l'Anniversario verrà celebrato umilmente senza i pellegrini dall'estero, ma sappiamo che tantissimi ferventi seguaci della Gospa nel mondo saranno in comunione con noi e stanno preparando con amore i regali preferiti da Maria Santissima.

Le nostre preghiere sono particolarmente necessarie in questo tempo, perché per il solstizio d'estate (il 21 giugno), in tutto il mondo, i nemici del Signore e della sua Chiesa hanno fatto dei culti e altre cerimonie per glorificare il loro triste maestro. Preghiamo perché la "Donna vestita di sole" ci protegga ed avvicini la vittoria di suo Figlio su ogni male.

4. La paura, un trampolino positivo! In questi ultimi mesi, la sensazione di paura è molto aumentata in molte persone nel mondo intero. Se è vero però, come dice San Paolo, che "l'amore sconfigge il timore", è bene che ci poniamo la domanda, perché è l'amore che vogliamo vivere e non il timore!

Effettivamente però, la paura è innata nell'uomo, fa parte della nostra natura, e ciò è avvenuto dall'irruzione del peccato. Adamo è stato il primo a esprimerlo, dopo la caduta: "ho avuto paura perché sono nudo e mi sono nascosto" (Gen.3,10). E, cosa fa Dio? Mette una barriera fra il male (il serpente) e l'uomo: 'fa strisciare il serpente sul suo ventre', cioè gli impedisce di attaccare l'uomo frontalmente e fa all'uomo una promessa inaudita :"Metterò ostilità fra te (il serpente) e la donna. Questa ti schiaccerà il capo." (Gen.3,15). La paura che ormai fa parte della condizione umana, è quindi contemporaneamente un appello costante a rifugiarsi nella Bontà di Dio il quale è Padre. Non si tratta dunque di negarla e neanche di colpevolizzarsi per averla, ma di utilizzarla coscientemente e di canalizzarla per sottometterla alla grazia di Dio. Quindi, non permettiamole di dominarci al punto di alterare la nostra libertà. Sarebbe terribile se essa determinasse le nostre scelte ed avvelenasse la nostra esistenza.

Oggi, abbiamo tante ragioni di aver paura, ci basta guardare il mondo e prendere coscienza delle tantissime minacce che pesano su di esso. Il mio scopo non è quello di elencare queste minacce ed i fallimenti di tutti i tipi, sono tutti ben visibili ai nostri occhi. Il mio proposito è piuttosto di esaminare con voi come hanno fatto i Santi a orientare le loro paure ed a trasformarle in vittorie. I santi sono magnifici nei loro insegnamenti, e non è per niente che la Madonna ci esorta a leggere le loro vite! Sin dall'inizio del suo pontificato, Giovanni Paolo II ci ha detto, 'non abbiate paura!' Questo papa era un mistico che intravedeva le minacce che adesso sappiamo molto meglio definire. Ma lui non ha mai smesso di darci ragioni di speranza, perché Gesù ha vinto il mondo!

Se è vero che abbiamo tante ragioni per avere paura, è anche vero che non abbiamo nessun motivo per cedere alla paura. Questa è la grandezza dei santi: sono sempre stati liberi dalla paura, hanno rifiutato di esserne schiavi e di lasciarsi intrappolare dalle sue reti. Questa libertà del cuore è un tesoro che Gesù vuole donare ad ogni cristiano, a tutti coloro che desiderano seguirLo in verità. A noi il compito di voler ricevere questo tesoro, di deciderci e di lavorare per questo giorno dopo giorno con umiltà e tenacia. Si tratta semplicemente di seguire il Pastore, il migliore dei pastori, Colui che desidera renderci liberi.

Quando si ha paura, si è fortemente tentati di chiudersi in se stessi. Ma questo atteggiamento è un forte ostacolo all'amore. Nella formazione data ai giovani del gruppo di preghiera, Maria ha insistito molto su questo punto.

Quando ci chiudiamo in noi stessi crediamo di essere protetti, ma ci illudiamo, poiché, in realtà, accade il contrario: ci allontaniamo dalla fonte dell'amore, avvizziamo e rischiamo di sprofondare nella tristezza. Al nostro cuore, creato per amare, viene a mancare l'ossigeno dello Spirito Santo e così rischia di soffocare. Chiudersi in se stessi genera molti mali. Che peccato non godere della grande felicità di sentirsi parte di uno stesso corpo, il Corpo di Cristo, dove scorre l'amore!

Come reagire quando si ha paura? I santi ci insegnano a guardare Gesù, che è la fonte della vita, della pace e del vero amore. Ecco la soluzione! Gesù stesso ci guarda continuamente col suo sguardo pieno di vita e di amore folle: rispondendo al suo sguardo, lasciamo che la Sua Anima ci trasformi e così, piano piano, ritroviamo forza e coraggio. Questo è il frutto della preghiera. Invece di fissare lo sguardo sulla tempesta che imperversa, lo rivolgiamo a Colui che ha il potere di sedare la tempesta. "Perché avete paura?" chiedeva Gesù agli apostoli che rischiavano seriamente di perire in mare. Il loro errore fu di soffermarsi a guardare l'altezza delle onde invece di guardare Gesù che era con loro. Ciò che fa la differenza è lo stare o meno con Gesù. Stare con Gesù o non stare con Gesù. Il Signore può metterci alla prova - e lo fa - ma è sempre in vista di un bene più grande, di una più grande felicità. Egli non desidera affatto che affondiamo!

La fiducia nel suo amore sarà il motore del cambiamento e ci farà passare dalla paura viscerale (umanamente giustificabile) alla liberazione del cuore. Dinanzi alla nostra fiducia e alla nostra fede totale in Lui, Egli eleva il nostro cuore in maniera tale che non dipendiamo più dalle nostre reazioni viscerali, ma da una grazia soprannaturale - al di sopra della natura - che permette alla nostra anima di gustare una pace profonda, la "pace di

Dio che supera ogni intelligenza" descritta da San Paolo. Lasciamo agire lo Spirito Santo. Solo così, questa cosa cattiva chiamata paura, diventerà un trampolino che ci eleva a Dio, ci arricchisce di Lui e ci santifica.

Si può avere paura senza sapere perché. Per non rimanere nel vago, è bene guardare in faccia la paura e chiedersi: qual è l'oggetto della mia paura? Ammalarmi? Non avere da mangiare? Essere tradito da un mio caro? Cosa succederebbe se l'oggetto della mia paura si concretizzasse? Quali sarebbero le conseguenze? A questo punto potremmo cogliere l'occasione per affidare al Signore ciò che temiamo davvero, in maniera concreta e precisa, in modo che questa realtà diventi sua e non ci appartenga più. Anche in questo consiste l'autentica consacrazione di tutto il nostro essere a Dio. Che sollievo!

E' anche grazie al nostro abbandono a Dio che supereremo ogni paura. Dio permette che siamo provati (cristiani e non cristiani), poiché, attraverso ogni prova vissuta con Lui e offerta, cresciamo in santità e aiutiamo il Salvatore a salvare tante anime che oggi camminano nelle tenebre. D'altra parte, offrendo le nostre sofferenze, diamo a Dio la gioia immensa di preparare per noi nuovi diamanti per la nostra corona eterna. In altre parole, Gli permettiamo di riversare su di noi le cateratte del suo amore e la felicità infinita che da esso deriva, in questo mondo e nell'altro. I santi non sono forse le persone più felici del mondo? Perché? Perché anche in mezzo alle tribolazioni, il loro cuore riposava altrove, già unito a Colui che è l'amore stesso. Questo amore è la piena realizzazione e il sogno di ogni uomo creato ad immagine e somiglianza di Dio, che è Amore.

Ecco alcuni esempi:

Suor Faustina era paurosa di natura. Lei stessa, nel suo diario, scrive che aveva paura della gente. Ma non ha mai indietreggiato davanti agli ostacoli, poiché ha sempre fissato lo sguardo su Gesù.

"Oh, non mi spavento affatto: se manda all'anima grandi tribolazioni, la sostiene con una grazia ancora più grande, sebbene noi non la notiamo. Un solo atto di fiducia in quei momenti, dà più gloria a Dio che molte ore passate nel godimento di consolazioni durante la preghiera." (Diario, § 78)

"Non ho paura di nulla quando sono con Te, o Gesù, poiché nulla può nuocermi" (Diario, § 305 o 306?)

La sua fiducia in Gesù si manifestava in mezzo ai pericoli. Suor Faustina racconta: "Avevo fretta di tornare a casa. Fatti pochi passi, mi venne sbarrata la strada da una moltitudine di spiriti del male, che mi minacciarono terribili tormenti, mentre si udivano queste voci: 'Ci ha portato via tutto quello per cui avevamo lavorato per anni'. Quando domandai loro: 'Da dove venite in tale moltitudine?', quelle figure maligne mi risposero: 'Dai cuori degli uomini. Non ci torturare!'. Vedendo allora l'odio tremendo che avevano contro di me, chiesi aiuto all'Angelo Custode ed in un attimo comparve la figura luminosa e raggiante dell'Angelo Custode che mi disse: 'Non temere, sposa del mio Signore, questi spiriti non ti faranno nulla di male senza il Suo permesso'. Quegli spiriti maligni scomparvero immediatamente ed il fedele Angelo Custode mi accompagnò in modo visibile fin dentro casa. Il suo sguardo era modesto e sereno e dalla fronte gli usciva un raggio di fuoco. O Gesù, desidererei faticare, stancarmi fino alla spossatezza e soffrire per tutta la vita per quest'unico momento, in cui ho visto la tua gloria, o Signore, ed i benefici che ne ricavano le anime. (Diario, § 418, 419)

" Non temo i colpi, poiché il mio scudo è Dio. Il nemico deve aver paura di noi, non noi del nemico. Satana vince solo i superbi e i vili, poiché gli umili posseggono la forza. Nulla confonde né spaventa un'anima umile. Ho indirizzato il mio volo verso l'ardore stesso del sole e nulla riuscirà a farmelo abbassare. L'amore non si lascia incatenare, è libero come un re." (Diario § 450)

Queste parole mi fanno pensare ad una conversazione avuta con padre Gabriele Amorth, un eminente esorcista di Roma. Alla domanda: "Don Gabriele, in questi gravi casi di possessione, non ha paura che satana le salti addosso e le faccia del male?", egli rispondeva: "No, non ho mai avuto paura di satana; è lui che ha paura di me!"

19.X.35. Faustina: "Venerdì sera durante il rosario, mentre pensavo al viaggio dell'indomani ed all'importanza della questione che dovevo sottoporre a Padre Andrasz, fui presa dalla paura vedendo chiaramente la mia miseria ed inettitudine e la grandezza dell'opera di Dio. Schiacciata da tale sofferenza, mi rimisi alla volontà del Signore. In quel momento vidi Gesù vicino al mio inginocchiatoio, con una veste chiara che mi disse queste parole: Perché hai paura di compiere la Mia volontà? Forse non ti aiuterò come ho fatto finora?"

Quando la paura vuole impossessarsi di noi, l'unica via di uscita è dare questa paura a Gesù! Dargliela ancora e ancora...

"Di che cosa hai paura? Se sei con Me, chi oserà toccarti? Però sono enormemente contento, figlia mia, che tu Mi confidi i tuoi timori. ParlaMi di tutto così semplicemente ed alla buona, Mi procurerai una grande soddisfazione. Io ti comprendo perché sono Dio e Uomo. Questo linguaggio semplice del tuo cuore Mi è più gradito degli inni composti appositamente per onorarMi. Sappi, figlia Mia, che più il tuo linguaggio è semplice, più riesci ad attirarMi verso di te!" (Diario, § 797 o 796)

Paura dell'ignoto? Paura di un futuro incerto? Paura di perdere quello a cui si tiene? Gesù non ci dà false consolazioni, dicendoci che non perderemo nulla, però ci promette che non perderemo mai Lui, l'unico vero tesoro, a patto che ci immergiamo completamente in Lui: Maria Santissima ci ha detto recentemente "Il peccato regnerà, ma se siete miei, il Cuore di mio Figlio Gesù sarà il vostro rifugio" (25/08/2019)

Gesù a suor Faustina: "Non indagare con curiosità sulle strade attraverso le quali ti conduco. Quando la noia o lo sconforto bussano al tuo cuore, fuggi da te stessa e rifugiati nel Mio Cuore. Non aver paura della lotta: il solo coraggio spesso spaventa le tentazioni che non osano assalirci. Combatti sempre con la profonda convinzione che Io sono accanto a te. Non lasciarti guidare dal sentimento poiché esso non sempre è in tuo potere, ma tutto il merito sta nella volontà... Preparati a grandi battaglie. Lotta come un valoroso combattente, in modo che Io possa concederti il premio. Non avere troppa paura, poiché non sei sola." (Diario § 1760)

L'unica paura che dobbiamo avere è quella di essere separati da Dio, di non amare; di non seguire Gesù e di ritrovarci senza Pastore. Di lasciarci sfuggire l'immenso tesoro che Dio riserva a coloro che accettano di seguire Gesù in umiltà e povertà, a coloro che scelgono di vivere la Parola e di fidarsi di Lui. La paura di non aderire a quello che la Provvidenza mette sul nostro cammino. Poiché, in tal caso, corriamo un rischio reale! Enorme!

La Madonna conosce le nostre paure! "Cari figli, in questi giorni avete notato quanto sia attivo satana. Io sono sempre con voi; e non abbiate timore delle prove, poiché Dio veglia sempre su di voi. E io mi sono donata a voi, e vi sono vicina anche nella più piccola tentazione." (19/07/ 84)

Non è possibile pensare che la Madonna, che ha visto suo Figlio soffrire la Passione, non abbia conosciuto la paura o non abbia tremato! Lei già sapeva quello che Gli sarebbe successo, perché conosceva le Sacre Scritture, e Gesù stesso non le aveva mai nascosto nulla. Ma questa paura non l'ha bloccata, poiché, fin dall'inizio, ha offerto tutto al Padre, per il compimento della missione di Suo Figlio: salvare l'umanità dal potere della morte. La Madonna ha provato paura come noi, però l'ha offerta al Padre e, così facendo, ha aiutato Gesù nella sua missione. Ha superato la paura e questa è diventata una sorta di trampolino che le ha dato più amore e più forza nella sua vocazione di Corredentrice. Avendo dato tutto a Dio, non aveva più nulla da perdere.

"Cari figli, oggi vi invito all'abbandono totale a Dio. Tutto ciò che fate e tutto ciò che possedete, datelo a Dio, affinché Lui possa regnare nella vostra vita come re di tutto. Non abbiate paura perché io sono con voi anche quando pensate che non esista via d'uscita e che satana regna. Io vi porto la pace. Io sono vostra Madre e la Regina della Pace" (25/07/88)

"Chi prega non ha paura del futuro e chi digiuna non ha paura del male"

"Amate e non abbiate paura, figli miei, perché nell'amore non c'è timore. Se i vostri cuori sono aperti al Padre e se sono pieni di amore per Lui, perché avere paura di quello che accadrà? Hanno paura quelli che non amano perché aspettano il castigo sapendo quanto sono vuoti e duri. Figli miei, io vi invito all'amore verso il caro Padre. Io vi guido verso la vita eterna. La vita eterna è mio Figlio: accettatelo e avrete accettato l'amore." (18/03/95)

"Cari figli, mentre con materna preoccupazione guardo nei vostri cuori, vedo in essi dolore e sofferenza; vedo un passato ferito e una ricerca continua; vedo i miei figli che desiderano essere felici, ma non sanno come. Apritevi al Padre! Questa è la via della felicità, la via per la quale io desidero guidarvi. Dio Padre non lascia mai da soli i suoi figli e soprattutto non nel dolore e nella disperazione. Quando lo comprenderete e accetterete, sarete felici. La vostra ricerca si concluderà. Amerete e non avrete più timore." (02/01/2012)

Anche Gesù ha provato angoscia, al punto da sudare sangue! Nell’ Orto del Getsemani, Gesù vedeva già tutte quelle persone che non avrebbero accettato la salvezza eterna da Lui proposta; la perdita di queste anime lo torturava al punto da fargli dire: "La mia anima è triste fino alla morte". Per amore e per compassione verso di noi, poveri peccatori, Gesù ha vissuto quest'angoscia mortale, già molto prima della sua Passione, quando disse: "C'è un battesimo che devo ricevere e come sono angosciato finché non sia compiuto!" (Luca 12, 50). Egli ha preso su di sé tutte le nostre ansie per liberarcene. D'ora in poi, anche le nostre angosce possono trasformarsi in cammino di santità, se sono unite a quelle di Gesù nell'Orto degli Ulivi.

5. La veggente Marija, durante la novena sulla collina delle Apparizioni, ci ha dato un messaggio forte!

Messaggio della veggente Marija:

"Non abbandonate Dio e la Preghiera altrimenti impazzirete"

Carissima Gospa, buon Anniversario! Che gioia saperti con noi! Non smettere di apparire! Il Tuo Cuore Immacolato, colmo di bontà, è davvero il nostro rifugio!

Suor Emmanuel +
Comunità delle Beatitudini
(Tradotto dal francese)

 

A.R.PA. Associazione Regina della Pace onlus - Via S. Alessandro, n. 26 - 23855 Pescate (LC)

Telefono /Fax 0341/368487 - Codice fiscale   92043400131


 

Site Map