Home
Chi siamo
Pellegrinaggi di carità
Adozioni a distanza
5 per mille
Vangelo del giorno
Messaggio del 25 del mese
Come accogliere il messaggio(p.Slavko)
Messaggio a Mirjana
Omelia di p. Marinko
Video storico del 1983
Medjugorie: foto
Enfants de Medjugorje
Incontri di preghiera
Alberto Bonifacio: testimonianze
Quattro raccolte di meditazioni
Apparizioni mariane
Papa Francesco
Encicliche
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

             

© Enfants de Medjugorje 2019

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare l’origine "Enfants de Medjugorje" assieme al nostro sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

 

Les Enfants de Medjugorje 2020


 

Medjugorje, 20 luglio 2020

Miei cari amici, siano lodati Gesù e Maria!

1. Il 25 giugno 2020, la veggente Marija Pavlovic ha ricevuto il seguente messaggio mensile:

"Cari figli! Ascolto le vostre suppliche e preghiere ed intercedo per voi presso mio Figlio Gesù che è via, verità e vita. Figlioli, ritornate alla preghiera e aprite i vostri cuori in questo tempo di grazia ed incamminatevi sulla via della conversione. La vostra vita è passeggera e non ha senso senza Dio. Perciò sono con voi per guidarvi verso la santità della vita affinchè ciascuno di voi scopra la gioia di vivere. Figlioli, vi amo tutti e vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."
 

2. La veggente Vicka è stata ricoverata all'ospedale di Zagabria il 13 luglio per la 6° operazione alla schiena che è durata 5.40'. Il chirurgo si è detto soddisfatto del lavoro fatto, quindi speriamo che Vicka riprenderà presto le sue forze. Le ultime notizie sono abbastanza buone, anche se lei è ridotta a pelle e ossa e pesa meno di 40 kg! Preghiamo con fervore per questa veggente che rimarrà nascosta, ma attivissima nel dono della sua vita per ciascuno di noi! Per la gioia soprannaturale che emana da lei in tutte le circostanze, anche in mezzo a dolorose malattie, per il suo amore per tutti, senza distinzione di persone, Vicka è diventata un bellissimo esempio di ciò che diventa un'anima che vive intensamente in comunione con Gesù e Maria. Che potessimo vedere questa gioia strabordante del cuore che desideriamo tanto, come un segno del cielo, e metterci fedelmente alla scuola di Maria anche noi!

3. La morte di giovani non credenti. Oggigiorno, moltissimi giovani muoiono brutalmente, sia per un incidente stradale, sia per overdose, sia per suicidio... La testimonianza di Filippo Coutel è interessante, poiché 3 membri della sua famiglia sono morti affogati durante una tempesta. Poiché nessuno di loro praticava la propria fede ma viveva in maniera piuttosto 'disordinata', Filippo era abbastanza inquieto per loro ed andò a trovare la venerabile Marthe Robin, una mistica francese, sperando di ricevere da lei una parola circa la loro sorte finale. Marthe aveva in effetti il dono di vedere le anime. Giunto però presso di lei, non osò domandarle nulla. Marthe però comprese la sua inquietudine, poiché suggerì le seguenti parole al predicatore del ritiro:

"Marthe mi ha fatto sapere che, quando muoiono dei giovani non praticanti che non conoscono Gesù, trascorreranno diverse ore e talvolta molti giorni prima del giudizio finale, durante i quali il Signore si mostrerà loro in tutto il suo splendore e chiederà loro: vuoi conoscere il mio amore? Ed in generale, i giovani rispondono di sì". A Padre Maurizio de Lesseps, inquieto per la sorte del nipote di un suo amico, morto in maniera strana, uscendo da un night club, Marthe disse: "Sapete Padre, ogni anima, al momento della morte, è immersa in una grande luce, e poche di esse, soprattutto fra i giovani, dicono di no a Dio."

Durante i pochi ritiri spirituali ai quali ho partecipato, da giovane, al Focolare di Carità di Chateauneuf de Galaure, ho spesso sentito citare le parole di Marthe concernenti i moribondi e i morti. Diceva che "Il Signore prepara l'anima anche inconsciamente". Ho udito una testimonianza che raccontava di una bilocazione di Marthe che si era recata ad assistere una persona consacrata e moribonda che era sola. Sembra che ciò sia successo diverse volte. La bilocazione è avvenuta anche in Cina; Marthe era molto attratta da quel paese, per gli innumerevoli martiri che vi soffrivano e vi morivano. Solo in Paradiso conosceremo i viaggi ed i salvataggi compiuti da questa grande santa che non ha mai lasciato il suo letto di dolore per più di 50 anni.

Marthe diceva: "C'è un tempo, dopo la morte clinica, nel quale viene donato all'anima di fare la scelta definitiva circa la sua eternità. Questo tempo è più o meno lungo. E' più corto se la persona è stata malata a lungo, più lungo quando la morte è avvenuta all'improvviso." In ogni caso, Marthe si occupava molto dei moribondi ed insisteva sulla necessità di pregare molto al loro capezzale, ma anche dopo la loro morte clinica.

Effettivamente, per ognuno di noi, in quel momento di verità quando la menzogna, l'illusione e la confusione sono scomparse, l'anima si trova a nudo nella verità della sua vita e del suo cuore, ed ella incontra la vera Luce che è anche Misericordia. E' allora che può gettarsi nelle braccia di quel Dio che forse non ha mai conosciuto sulla terra, o rifiutarlo. Le nostre preghiere hanno una importanza capitale. In quel momento, l'anima sceglie veramente fra il Paradiso con Dio e l'inferno senza Dio, le uniche due possibili ed eterne destinazioni, visto che il purgatorio è l'anticamera provvisoria del Cielo.

Se dobbiamo urgentemente prendere delle decisioni circa un funerale o dettagli pratici che lo riguardano, cerchiamo di rimanere il più a lungo possibile vicino al defunto per creare una muraglia di protezione con le nostre preghiere. La coroncina della Divina Misericordia è molto potente in questi casi, Gesù stesso ne ha raccomandata la recita a santa Faustina, perche è addirittura capace di addolcire i cuori ribelli più induriti.

https://www.youtube.com/watch?v=d51QTBgemIA

4. La parola del piccolo Van. Questo giovane vietnamita sempre più venerato (1828-1959), adesso Servo di Dio, ha avuto sin dalla sua infanzia la grazia di udire la voce di Gesù, e poi anche quella di Teresina la quale lo ha formato alla scuola della sua piccola via. I suoi famosi colloqui sono una miniera di dettagli meravigliosi sulla persona di Gesù, espressi con una freschezza infantile molto toccante.

Eccone un estratto:

Gesù: "Il peccato non offende mai il mio amore; non esiste assolutamente nulla che offende il mio amore, eccetto la mancanza di fiducia nel mio amore... Anche il demonio deve disperare per un'anima nella quale si trova la parola "fiducia". (...) Più tardi, in Cielo, saremo certamente sorpresi di vedere in mezzo ai santi un grande numero di anime che erano credute dannate... E' forse molto facile per gli uomini salire in Cielo, mentre può essere loro molto difficile cadere nell'inferno; poiché l'Amore non può sopportare che un'anima si perda così facilmente." (...)"Ciò nonostante, fratellino, queste parole non devono essere manifestate indistintamente a tutte le anime, lo si deve fare con prudenza, onde evitare che certe anime, sapendo questo, si induriscano nel male... Per poi perdere fiducia in me e non aver più alcuna fiducia." (I colloqui, §646-650) Vedi PS6

5. Non perdetevi questo nuovo video! "Un sacerdote osa raccontare"

https://www.youtube.com/watch?v=YzaEbN18UOc

6. Da adesso in poi le mie Dirette (in francese) saranno trasmesse il 26 del mese alle 21.00, e parlero' del messaggio del 25 poiché il messaggio del 2 non esiste più. A causa delle vacanze estive, la prossima Diretta avverrà il 26 agosto alle 21.00.

La Diretta del 3 luglio è ritrasmessa su https://www.youtube.com/watch?v=0Awi5wYaGos

Carissima Gospa, vorrei tanto passare all'altra vita mano nella mano con te!

Per questo, aiutami a mettermi più intensamente alla tua scuola ed a vivere ogni istante di questa vita mano nella mano con te!

Suor Emmanuel +

Comunità delle Beatitudini

(Tradotto dal francese)

----------------------------------------------------------------

PS1. Il Festival dei Giovani, tanto atteso da migliaia di giovani e meno giovani, non potrà aver luogo come gli altri anni. Ecco un nuovo sacrificio da offrire a Dio! I Francescani celebreranno la S. Messa della sera con degli arrangiamenti speciali e la diffonderanno in streaming. La corale sarà quasi quella degli altri Festival, cosa che ci permetterà di ringraziare Dio per tutte le volte che questo Festival ci è stato offerto negli anni precedenti. E' stato un grande dono del Cielo. Preghiamo perché il Festival possa aver luogo di nuovo nel'agosto 2021, se le circostanze lo permetteranno.

"Cari figli, ci dice Maria, ringraziate Dio per tutto ciò che vi dona, e ringraziatelo per tutto ciò che vi prende." I ringraziamenti piacciono molto al Signore ed attirano sempre nuove grazie!

PS2. Le frontiere della Bosnia Erzegovina sono aperte dal 16 luglio. Ma per gli italiani, devono essere in quarantena al ritorno in Italia, e questo rende la loro situazione molto difficile!

PS3. Monsignor Henryk Hoser è tornato a Medjugorje il 10 luglio dopo il mese di pandemia trascorso in Polonia. Ha ripreso il suo compito così importante di inviato del papa per la pastorale a Medjugorje.

PS4. Un nuovo vescovo è stato nominato a Mostar-Duvno, si tratta di Monsignor PETAR PALIC’. Monsignor Ratko Peric’, avendo raggiunto l'età del ritiro, ha dato le sue dimissioni nelle mani di Papa Francesco l'11 luglio 2020. Preghiamo con tutto il cuore sia per il vescovo che si ritira che per il nuovo!

 

 

A.R.PA. Associazione Regina della Pace onlus - Via S. Alessandro, n. 26 - 23855 Pescate (LC)

Telefono /Fax 0341/368487 - Codice fiscale   92043400131


 

Site Map